» nach unten

versione tedescaLa Scuola Statale Europea di Berlino (SESB)    Tedesco / Italiano

Cosa significa SESB – Staatliche Europa-Schule Berlin?

SESB è l’abbreviazione di Staatliche Europa-Schule Berlin (Scuola Statale Europea di Berlino). Le Scuole Statali Europee di Berlino hanno sede all’interno di scuole già esistenti (scuole primarie, ISS  e Gymnasium) e ne sono parte integrante.

Sono “Scuole Statali di profilo particolare” le cui basi giuridiche vengono regolate dalla legislazione scolastico di Berlino .

Nelle scuole all’interno delle quali hanno sede le Scuole Europee sono presenti sia classi regolari che classi SESB. Alle Scuole Primarie gli alunni e le alunne delle classi SESB vengono alfabetizzati o in tedesco o nella “Partnersprache” (la cosiddetta “lingua partner”) e le lezioni vengono impartite in entrambe le lingue da docenti madrelingua. Una parte delle materie viene studiata in lingua tedesca e un’altra nella „Partnersprache“.

L’obiettivo delle Scuole Statali Europee è quello di promuovere un’educazione interculturale e una formazione europea in gruppi di apprendimento bilingui.

Il profilo SESB, unico in Germania, esiste nelle seguenti combinazioni linguistiche: tedesco-italiano, tedesco-spagnolo, tedesco-portoghese, tedesco-inglese, tedesco-francese, tedesco-russo, tedesco-turco, tedesco-greco e tedesco-polacco.

A Berlino esistono due Scuole Primarie con il profilo SESB tedesco-italiano: la Finow Grundschule e la Hermann Nohl Grundschule e due Scuole Secondarie, l’Albert-Einstein-Gymnasium e la Alfred Nobel Schule (ISS) che si trovano sullo stesso campus.

Flyer delle Scuole Statali Europee di Berlino

 

In che cosa consiste il profilo SESB italo-tedesco dell’Albert-Einstein-Gymnasium?

L’Albert-Einstein-Gymnasium è un Liceo di sei sezioni con un profilo artistico-musicale ed è sede della Scuola Statale Europea di Berlino con la combinazione linguistica tedesco-italiano.  Due delle sei sezioni sono costituite da classi di profilo bilingue SESB.
È un Gymnasium che si conclude dopo dodici anni con l’Abitur (Diploma di Maturità) e corrisponde al livello di un Liceo italiano.

Le lezioni delle sezioni SESB vengono impartite da insegnanti di madrelingua italiana e tedesca. Gli alunni e le alunne dell’Albert-Einstein-Gymnasium provengono in genere dalle due scuole primarie con la combinazione linguistica tedesco-italiano e apprendono entrambe le lingue già dalla prima elementare oppure provengono da altre scuole e hanno dimostrato di avere adeguate conoscenze scritte e orali in entrambe le lingue.

Tutti gli alunni e le alunne della scuola, indipendentemente dal ramo al quale sono iscritti, frequentano insieme le “Arbeitsgemeinschaften” (corsi pomeridiani), i “Wahlpflichtfächer” (corsi a frequenza obbligatoria ma la cui scelta è riservata ai singoli alunni della scuola), i corsi della “Oberstufe” (la fase di qualificazione degli ultimi due anni) e gli organi collegiali studenteschi. Durante la “Musikfahrt” (gita di preparazione ai concerti) per esempio o al concerto di Natale suonano insieme.

I genitori degli alunni e delle alunne del ramo regolare e quelli degli alunni e delle alunne del ramo SESB cooperano insieme negli organi collegiali dei genitori, nel “Förderverein” (comitato formato dai genitori che intendono sostenere personalmente e/o economicamente la scuola) e nell’organizzazione di eventi scolastici.

I contenuti studiati nelle classi SESB sono definiti nei Rahmenlehrpläne del Land Berlino (programmi scolastici) e vengono concretizzati nel curricolo interno della scuola. Nel caso dell’italiano, che viene insegnato allo stesso livello del tedesco, e delle altre materie impartite in lingua italiana da docenti di madrelingua italiana, nel curricolo scolastico interno della scuola sono presenti diverse integrazioni specifiche per le classi SESB (il programma di storia include, ad esempio, i momenti importanti della storia italiana).

In quanto sede della Scuola Statale Europea italo-tedesca di Berlino l’Albert-Einstein-Gymnasium riceve un grande sostegno dall’Ambasciata Italiana e dall’Istituto di Cultura Italiano. I rappresentanti dell’Ambasciata sono spesso presenti nella nostra scuola, ad esempio durante la cerimonia di consegna dei Diplomi di Maturità, la “Verleihung des Abiturzeugnisses”.

Anche gli alunni e le alunne del ramo regolare possono scegliere di studiare l’italiano come seconda lingua straniera dalla settima classe fino alla maturità.

 
Quali materie vengono insegnate in quale lingua nel ramo SESB?

Nella Sekundarstufe I (dalla settima alla decima classe) vengono studiate in italiano le seguenti materie: storia, politica, geografia e biologia. Etica, musica e arte possono essere impartite sia in italiano che in tedesco. Tedesco, matematica, fisica e chimica si studiano in tedesco. L’inglese e il francese si studiano generalmente in lingua straniera. Le lezioni di latino possono essere impartite o in italiano o in tedesco.

Nella Sekundarstufe II (classi undicesima e dodicesima) vengono offerti l’italiano come „Leistungskurs“ (corso di cinque ore settimanali) o come „Grundkurs“ (corso di tre ore settimanali) e „Grundkurse“ di storia e biologia in lingua italiana.

 

Cosa significa „Muttersprachler“ e „Partnersprachler“?

Le classi del profilo SESB sono frequentate da alunni e alunne “prevalentemente di madrelingua italiana” e “prevalentemente di madrelingua tedesca” che abbiano sufficienti conoscenze in entrambe le lingue. Gli alunni e le alunne la cui prima madrelingua è l’italiano alla scuola primaria vengono alfabetizzati in italiano (sono i “Muttersprachler”) ed apprendono il tedesco come seconda madrelingua (“Partnersprache”). Al contrario, coloro per i quali il tedesco è la prima madrelingua, imparano il tedesco come madrelingua (“Muttersprache”) e l’italiano come seconda madrelingua (“Partnersprache”). La competenza linguistica è soggetta in entrambe le lingue a forti variazioni individuali.

Alla scuola primaria e in parte anche nelle settime e ottave classi nelle lezioni di italiano e tedesco i “Muttersprachler” e i “Partnersprachler” vengono divisi in modo tale da poter raggiungere un livello linguistico abbastanza omogeneo tale da consentire loro di partecipare insieme alle lezioni a partire dalla nona classe.

 

Come si fa ad essere ammessi se si proviene da un’altra scuola?

Gli alunni e le alunni che non hanno frequentato le Scuole Primarie SESB possono avere un posto all’Albert-Einstein-Gymnasium a condizione che vi siano ancora posti liberi e che gli allievi abbiano conoscenze sufficienti in tedesco e in italiano sia nello scritto che nell’orale e che siano in possesso di una “Gymnasialempfehlung” (certificato rilasciato dalla scuola primaria che sulla base dei voti ottenuti attesta l’idoneità dell’alunno o dell’alunna a frequentare un Gymnasium). Gli aspiranti alunni dovranno dimostrare nel corso di un esame di ammissione di avere sufficienti conoscenze linguistiche in entrambe le lingue.

Per gli alunni e le alunne che non hanno frequentato le Scuole Primarie SESB e fanno domanda di iscrizione per la settima classe ci sono degli appuntamenti fissi durante il periodo delle iscrizioni. Per ulteriori notizie si può consultare il sito web della scuola o rivolgersi alla segreteria.

 

Quali diplomi possono conseguire gli alunni e le alunne del ramo SESB?

Alla fine della decima classe gli alunni e le alunne conseguono il Mittlerer Schulabschluss (MSA). Gli alunni e le alunne del profilo SESB possono scegliere di portare all’esame come prima lingua straniera o l’italiano o l’inglese. La prova d’esame consistente in una presentazione può essere sostenuta a scelta o in una materia impartita in lingua italiana o in una impartita in lingua tedesca.

Tutti gli alunni e le alunne dell’Albert-Einstein-Gymnasium vengono preparati all’Abitur.

Gli alunni e le alunne del profilo SESB possono inoltre conseguire un certificato SESB che attesta l‘aver frequentato fino all’Abitur dei corsi in lingua italiana a livello madrelingua (C2).
I coordinatori pedagogici sono a disposizione degli alunni per consigliarli nella rispettiva scelta delle possibili combinazioni dei corsi.

Grazie all’accordo bilaterale con la Repubblica Italiana gli alunni e le alunne del profilo europeo consentono loro inoltre di conseguire un certificato con il quale iscriversi in un’università italiana senza dover sostenere esami di idoneità linguistica. Per ottenere tale certificato è necessario scegliere l’italiano come “Leistungskurs” o come “drittes Prüfungsfach” (terzo esame scritto dell’Abitur) e sostenere due esami orali in italiano nelle materie italiano e storia.

 

Che differenze ci sono rispetto al sistema scolastico italiano?

Delle varie differenze tra i due sistemi scolastici ne menzioniamo solo alcune.

▪ Il percorso scolastico

La Scuola Primaria a Berlino dura generalmente 6 anni (a meno che le capacità del singolo alunno o alunna non consentano una prosecuzione degli studi ad un Gymnasium con profilo classico, musicale o matematico-scientifico già dopo la quarta classe).

Al termine dei 6 anni gli insegnanti consigliano individualmente („Empfehlung“) ad ogni alunno e alunna il tipo di scuola più adatto per il proseguimento degli studi: il Gymnasium o la Integrierte Sekundarschule (ISS). Il Gymnasium corrisponde come livello piuttosto ad un Liceo, mentre la Integrierte Sekundarschule (ISS) è maggiormante improntata sull’apprendimento professionale.

L’obbligo scolastico termina in entrambi i tipi di scuola alla fine della decima classe con gli esami del Mittlerer Schulabschluss (MSA). Superati con successo gli esami dell’MSA e ottenuta la qualifica per accedere alla Oberstufe si possono proseguire gli studi nella
Oberstufe (livello di studi superiore) del Gymnasium, durante la quale ci si prepara all’Abitur (Maturità). Alla Oberstufe hanno accesso anche gli alunni e le alunne provenienti da una Integrierte Sekundarschule (ISS) che abbiano superato gli esami di MSA e ottenuto la qualifica d’accesso.

Il Gymnasium ha la durata complessiva di 6 anni e si conclude con il dodicesimo anno di scuola. Gli alunni e le alunne che provengono da una Integrierte Sekundarschule (ISS) hanno la possibilità di ripetere l’anno una volta in più rispetto agli alunni e alle alunne che provengono da un Gymnasium.

La settima classe al Gymnasium è un anno di prova. Chi non dovesse essere promosso, non viene bocciato, ma deve proseguire gli studi in una ottava classe di una Integrierte Sekundarschule (ISS) dove non è prevista la bocciatura.

Il sistema scolastico berlinese offre agli alunni e alle alunne diversi percorsi sia per conseguire l’Abitur che per portare a termine una duale Ausbildung (un apprendimento duale che coniughi la lezione e la formazione professionale) e permette in diversi momenti il passaggio da un percorso scolastico all’altro.


▪ I profili dell‘Albert-Einstein-Gymnasium

L‘Albert-Einstein-Gymnasium è una scuola con un profilo artistico-musicale ed è sede della Scuola Statale Europea di Berlino (tedesco-italiano). Nonostante questi due accenti particolari (il profilo artistico-musicale è aperto a tutti, il profilo SESB è riservato agli alunni e alle alunne bilingui) l’Albert-Einstein-Gymnasium è una scuola di formazione generale che non corrisponde a nessuno dei profili particolari del Liceo italiano.

La specializzazione individuale ha luogo durante gli ultimi due anni, nella cosiddetta “Oberstufe”. Prima di accedervi gli alunni e le alunne scelgono individualmente – dagli ambiti disciplinari “Naturwissenschaften“ (scienze naturali), “Gesellschaftswissenschaften” (scienze storico-sociali) e Sprachen (lingue) – complessivamente due “Leistungskursfächer”, ossia delle materie che si studiano in modo particolarmente approfondito per un totale di cinque ore settimanali e nelle quali si tengono gli esami scritti dell’Abitur e diversi “Grundkurse”, vale a dire dei corsi di base di tre ore settimanali.

I due anni finali sono suddivisi in quattro semestri e i voti ottenuti in questo arco di tempo sono rilevanti per il voto di maturità.

Per l’Abitur gli alunni e le alunne scelgono complessivamente tre materie per gli esami scritti, una materia per l’esame orale e una combinazione di materie per la „Präsentationsprüfung“.

Nella maggior parte delle materie le prove d’esame scritte sono centrali, cioè le stesse per tutto il Land di Berlino (ma non per tutta la Germania).

▪ Differenze relative alle lezioni

Non esiste un voto di condotta. I voti ricevuti dagli alunni e dalle alunne rispecchiano unicamente il processo di apprendimento nelle singole materie, la partecipazione e l’impegno a lezione.
Dalla prima alla decima classe gli alunni e le alunne ricevono però, insieme alla pagella, anche una valutazione relativa alla sfera comportamentale. Tale valutazione tiene conto dei seguenti criteri: disponibilità all’apprendimento e al rendimento, affidabilità, autonomia, disponibilità ad assumere responsabilità e capacità di collaborare con i compagni.

Conflitti e questioni pedagogiche che possono presentarsi nella quotidianità scolastica vengono gestiti con l’aiuto del „BB-Team, degli insegnanti di fiducia, dei coordinatori di classe, degli altri insegnanti e del dirigente scolastico. I provvedimenti disciplinari sono regolati nei paragrafi § 62-63 del Berliner Schulgesetz (Legislazione scolastica di Berlino).

Non sono previste „interrogazioni“ secondo il modello italiano. Il livello di competenza raggiunto nelle diverse materie viene verificato sia all’orale che allo scritto (compiti in classe, test, Klausuren). Almeno la metà del voto è composta dal cosiddetto “allgemeiner Teil“ (ossia il voto orale) per il quale è fondamentale una partecipazione attiva e costruttiva alla lezione attraverso interventi volti a contribuire ad una lezione il più possibile interattiva e mirante allo sviluppo delle competenze.

La scala dei voti dalla prima alla decima classe va da 1 (ottimo) a sei (gravemente insufficiente). L’insufficienza corrisponde ai voti 5 (scarso) e 6 (gravemente insufficiente). Negli ultimi due anni si utilizza un sistema a punti che va da 0 a 15, laddove 15 punti rappresentano il voto migliore. L’insufficienza nella Oberstufe comincia da 4 punti in giù.

Tutti i testi scolastici, sia quelli in italiano che quelli in tedesco, non vengono acquistati privatamente, ma vengono messi a disposizione dalla scuola sotto forma di prestito. Per garantire questo servizio i genitori degli alunni e delle alunne all’inizio di ogni anno scolastico versano una determinata somma alla scuola.

 
Top